Chat

La terapia ONLINE funziona ugualmente?

Si e con i seguenti vantaggi: Accessibilità, flessibilità, convenienza, privacy, intervento d’emergenza, intercambiabilità dell’ambiente.

Condividi

Si

  1. Accessibilità: è alla portata di gran parte della popolazione, in particolare soggetti residenti in aree rurali o remote, o soggetti i cui sintomi o condizioni fisiche si traducono in difficoltà motorie o per i quali l’ambiente ospedaliero/clinico comporta associazioni negative che impediscono loro di ricevere le cure bisogno. Anche gli italiani che vivono all’estero beneficiano di questa modalità. Le differenze culturali a volte possono ostacolare il processo terapeutico, per questo trovare un professionista madrelingua può essere importante;
  2. Flessibilità e convenienza: consente l’accesso non dipendente dagli orari di apertura delle strutture sanitarie o dalla disponibilità degli operatori sanitari, eliminando i tempi di attesa ed evitando viaggi che possono essere onerosi;
  3. Privacy e possibilità di anonimato (aggirando il possibile stigma associato all’accesso all’assistenza psicologica);
  4. Intervento d’emergenza: l’immediatezza della modalità online permette di dare una risposta a breve tempo a situazioni d’urgenza o pericolo percepito.
  5. Intercambiabilità dell’ambiente: il paziente può connettersi a partire da diversi ambienti, purchè siano caratterizzati da tranquillità, riservatezza e affidabilità.
Condividi
Tags: flessibilità, privacy, terapia, terapia online
Condividi
  • Fai la tua domanda

    • Ultime domande

      Una frequenza favorisce la strutturazione della relazione terapeutica e l’investimento di tempo ed energie sul proprio progetto terapeutico.

      Condividi

      Recarsi in seduta con una certa frequenza favorisce la strutturazione della relazione terapeutica e l’investimento di tempo ed energie (mentali ed emotive) sul proprio progetto terapeutico.

      Maggiore è la frequenza maggiore è il lavoro che viene fatto.

      A volte, a seconda delle fasi del trattamento o della gravità dei sintomi, è possibile anche aumentare o diminuire la frequenza degli incontri.

      Condividi

      Qualsiasi psicoterapeuta psicodinamico parla durante le sedute: né tu né il tuo terapeuta fate tutto il lavoro da soli.

      Condividi

      Qualsiasi psicoterapeuta psicodinamico parla durante le sedute: né tu né il tuo terapeuta fate tutto il lavoro da soli.

      Potrà ascoltare, fare domande per comprendere meglio, oppure confrontare ciò che hai detto per osservare eventuali incoerenze o schemi specifici.

      Potranno esserci momenti di silenzio, anch’essi oggetto di eventuale osservazione ed analisi.

      Il silenzio è importante quanto e come le parole.

      Condividi

      Tutto dipende dagli obiettivi che si concordano insieme, da come possono cambiare nel tempo e dalle proprie caratteristiche individuali.

      Condividi

      Tutto dipende dagli obiettivi che si concordano insieme, da come possono cambiare nel tempo e dalle proprie caratteristiche individuali.

      La psicoterapia dinamica può focalizzarsi su obiettivi a breve termine (es. riduzione dei sintomi) oppure a lungo termine come l’aumento dell’autostima, il miglioramento delle relazioni, il superamento di vissuti dolorosi.

      C’è voluto molto tempo per sviluppare certi schemi e proprio per questo è necessario del tempo per cambiare.

      La terapia a lungo termine può durare uno o più anni.

      È un trattamento “aperto“, non nel senso che deve durare necessariamente a lungo, ma che durerà per tutto il tempo necessario per raggiungere gli obiettivi stabiliti da te e dal tuo terapeuta.

      Condividi
      Tags: durata, terapia
    • #Tag delle domande

      Your browser doesn't support the HTML5 CANVAS tag.