Chat

Psicoterapia Psicodinamica: l’approccio terapeutico

Il modello terapeutico utilizzato è quello della psicoterapia psicodinamica, che dà priorità al mondo interno della persona nei suoi elementi costitutivi: pensieri, fantasie, credenze, sogni e motivazioni e lo mette in relazione con la sfera affettiva (cioè delle emozioni), relazionale e sociale.

COS’È LA PSICOTERAPIA PSICODINAMICA?

La psicoterapia psicodinamica è un trattamento ed un percorso psicologico basato sull’idea che pensieri ed emozioni di cui non siamo consapevoli possano causare sintomi come l’ansia, la depressione e difficoltà relazionali.

Si basa quindi sull’assunto che il modo in cui affrontiamo pensieri ed emozioni dolorose o difficili è relegandole nell’inconscio.

Anche se non ne siamo coscienti, questi pensieri ed emozioni influiscono in larga misura sul modo in cui ci comportiamo e facciamo scelte nella nostra vita.

In psicologia clinica con psicoterapia psicodinamica ci si riferisce a una forma di psicoterapia basata principalmente sulla concezione e sulle metodologie della psicoanalisi e più in generale della psicologia dinamica.

L’essenza della Psicoterapia Psicodinamica consiste nell’esplorazione dei diversi aspetti del Sé che non sono completamente conosciuti, e delle influenze che ne derivano in special modo nelle relazioni attuali e negli eventuali sintomi psicopatologici.

Inoltre, questi aspetti vengono compresi anche sulla base della loro implicita influenza sulla relazione terapeutica (dinamiche transferali e controtransferali).

La tecnica psicodinamica contemporanea è significativamente differente dalle prime formulazioni originarie di Sigmund Freud di oltre cento anni fa.

Un concetto fondamentale della psicoterapia psicodinamica è che le esperienze infantili, insieme alle caratteristiche genetiche dell’individuo, plasmino la persona adulta.

Le esperienze infantili con le figure di accudimento, infatti, vengono “interiorizzate” (potremmo dire assimilate, apprese) e riproposte nelle relazioni affettive adulte.

Questo tipo di psicoterapia è certamente un percorso di analisi profonda alla scoperta delle “diverse parti di sé”, del proprio passato e del proprio presente, del proprio mondo interno di rappresentazioni (cioè come mi immagino che dovrebbero essere le cose) e di quello esterno delle relazioni reali (cioè come sono realmente le cose).

Psicoterapia Psicodinamica

Perché viene chiamata psicoterapia dinamica?

“Dinamica” fa riferimento a delle forze in movimento.

In questo senso, i pensieri e le emozioni possono essere considerati come forze mentali che sono costantemente in movimento ed a volte in conflitto tra di loro.

Imparare a conoscere queste forze e questi conflitti può aiutare a capire come si pensa e ci si comporta, cosa si sente e perché.

Il termine “psicodinamico” deriva proprio dal pensiero di Freud, il quale descriveva l’apparato psichico come “dinamico”, ossia in costante movimento tra “interno ed esterno”, tra “conosciuto e sconosciuto”, tra “passato e presente”.

Come funziona il percorso psicologico psicodinamico?

Di solito, al primo colloquio, la prima domanda che pongo è: “Che cosa ti ha portato/a qui?”

Infatti l’obiettivo è quello di conoscersi, comprendere la natura, le manifestazioni del problema, le motivazioni, e raccogliere una serie di dati utili ad approfondire la storia del paziente.

Nei colloqui successivi, lavoreremo per individuare obiettivi specifici per te.

Alcuni di questi obiettivi possono includere:

  • imparare a riconoscere le proprie emozioni e sensazioni per prevederle ed accoglierle;
  • migliorare i tuoi rapporti interpersonali;
  • imparare strategie per affrontare lo stress ed i cambiamenti;
  • superare periodi dolorosi o di intensa sofferenza ecc.

Per raggiungere questi obiettivi lavoreremo insieme al fine di aiutarti a diventare più consapevole dei meccanismi inconsci che ti creano sofferenza e ti impediscono di sentirti sereno e soddisfatto nelle tue aree personale e relazionale.

Nella psicoterapia psicodinamica la relazione paziente-terapeuta e la motivazione del paziente sono di fondamentale importanza.

La frequenza tipica delle sedute è di una o due sedute per settimana, e la durata del trattamento può essere fissata a priori oppure mantenuta aperta per un periodo di valutazione iniziale.

Attraverso la psicoterapia la persona ha l’opportunità da un lato di affrontare le proprie difficoltà e le proprie sofferenze e dall’altro di sperimentare e scoprire risorse e potenzialità che le appartengono, attraverso uno spazio ed un luogo sicuro, in cui trovare ascolto ed accoglienza.

La psicoterapia ha a sua disposizione due mezzi: il colloquio e la relazione.

psicoterapia psicodinamica

Cosa differenzia la psicoterapia psicodinamica da altri approcci?

Gli individui sono spesso inconsapevoli di ciò che è all’origine dei propri sentimenti e dei propri comportamenti.

Si tratta di elementi inconsci che possono generare disagi come problemi di autostima, difficoltà affettive e relazionali, problematiche lavorative, disturbi sessuali o veri e propri sintomi come fobie, ansia, depressione, ecc.

Il percorso psicoterapeutico dinamico trasforma in parole la storia e l’esperienza personale del soggetto che può così concepire ed esprimere sentimenti, emozioni, concetti, conoscenze, attraverso dei simboli.

Gli strumenti dello psicoterapeuta dinamico sono l’uso della libera associazione, il transfert psicologico, l’analisi dei sogni e l’interpretazione.

Al di là di questi aspetti importantissimi, ciò che differenzia la psicoterapia dinamica dagli altri approcci è l’obiettivo che si pone, ovvero quello di andare oltre la semplice risoluzione del sintomo, per giungere a scoprire quelle potenzialità e quelle risorse che la persona possiede, ma di cui è inconsapevole.

L’orientamento psicodinamico riconosce l’esistenza di un funzionamento mentale “inconscio”, ossia non consapevole, sostenendo che sensazioni e stati affettivi che hanno accompagnato il vissuto di eventi passati, possano influenzare, senza che ce ne rendiamo conto, il nostro comportamento attuale.

Quindi, una parte fondamentale del lavoro psicoterapeutico sarà orientato a recuperare questi vissuti emozionali, riportandoli alla coscienza.

Solo così, infatti, questi cesseranno di condizionare la nostra vita.

Requisito essenziale per poter fornire un trattamento di psicoterapia Psicodinamica è che la formazione dello psicoterapeuta, oltre alla specializzazione in psicoterapia, comprenda un’approfondita analisi personale alla quale egli stesso si sia sottoposto.