Chat

Differenze tra psicologo, psicoterapeuta, psicoanalista e psichiatra

La differenze tra psicologo, psicoterapeuta, psicoanalista e psichiatra si possono riassumere “semplicemente” nel percorso di formazione affrontato da queste figure professionali.
(N.B.: le seguenti regole sono valide per l’Italia)

Differenze tra psicologo psicoterapeuta psicoanalista psichiatra

Andiamo con ordine:

  • Lo psicologo ha studiato Psicologia all’Università (5 anni), svolge un tirocinio professionale (1 anno) e poi si sottopone all’Esame di Stato per poter ricevere l’abilitazione professionale. Nella maggior parte dei casi si è iscritto ad un Ordine regionale (ovvero ad un Albo professionale).
    Gli albi professionali sono a disposizione di consultazione pubblica, per quanto mi riguarda potete trovarmi qui:
    https://ordinepsicologi.piemonte.it/scheda-professionista/elisabetta.cocco/.
  • Lo psichiatra ha studiato Medicina all’Università (6 anni) ed ha ottenuto una specializzazione in Psichiatria (4 anni) per poi anch’egli iscriversi ad un Ordine ed Albo professionale. Per questi motivi di formazione, solo lo psichiatra (sia esso o no anche psicoterapeuta), può prescrivere psicofarmaci, essendo un medico.
  • Lo psicoterapeuta è uno Psicologo o uno Psichiatra che abbia ottenuto, oltre ai percorsi sopra indicati, una specializzazione di 3/4 anni in Psicoterapia, di cui esistono vari orientamenti.
    Ciò che attualmente sto svolgendo per diventare psicoterapeuta, oltre che lo studio della teoria dinamica, è:
    1. una pratica clinica di almeno 600 ore;
    2. una psicoterapia (ebbene sì, anche i terapeuti sono pazienti) di un minimo di 200 ore, che corrispondono a quasi 4 anni e mezzo (calcolando una seduta alla settimana);
    3. una supervisione, ovvero il supporto tecnico da parte di uno psicoterapeuta formatore con una maggiore esperienza, al fine di avere un “secondo parere” professionale sul proprio lavoro (di almeno 200 ore);
    4. un’intervisione, ovvero la condivisione in un gruppo di pari, colleghi, dello stesso orientamento, della propria esperienza professionale.
  • Uno di questi orientamenti è infine la Psicoanalisi. Per questo uno psicoanalista è uno psicoterapeuta ad orientamento psicoanalitico.
    La psicoanalisi è spesso confusa con la psicoterapia in generale poiché è stato il primo storico approccio teorico e tecnico (avrete sicuramente sentito parlare di Sigmund Freud…).
Condividi